Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
 
 
Articolo di: mercoledì, 29 novembre 2017, 10:21 m.

Una targa del Coni a Meo Sacchetti

Al Broletto saranno 50 i premiati dello sport novarese

TORINO - La targa del Coni novarese porta bene a Meo Sacchetti. Prima del fortunato debutto alla guida dell’Italbasket del nuovo commissario tecnico, al PalaRuffini di Torino contro la Romania (battuta 75-70), lo sport di casa nostra ha voluto omaggiare uno dei suoi figli prediletti.

A consegnargli il riconoscimento la delegata provinciale Rosalba Fecchio e il presidente della Fip regionale, Gianpaolo Mastromarco, anche lui novarese: «Un messaggio di buon augurio per un campione del nostro sport – ha spiegato la dirigente – Sacchetti era tra i premiati nel nostro appuntamento annuale del 1° dicembre e, visti i suoi impegni, abbiamo approfittato dell’occasione. Sacchetti era molto contento».

Come anticipato venerdì prossimo, nella sala dell’arengo del Broletto dalle 17 alle 19, si terrà la tradizionale cerimonia dei premi Coni. Ricordiamo che il giovane Daniele Pinto (tennistavolo) riceverà il riconoscimento intitolato a Guglielmo Radice come atleta dell’anno 2016 , mentre il “Gorla-Una vita per lo sport” verrà ritirato da Domenico Foti: «Ma in tutto i premiati saranno 50 – rivela Fecchio – Per ogni atleta abbiamo invitato il sindaco e l’assessore di ciascun paese di residenza».

Un periodo intenso per la responsabile dello sport novarese, che la scorsa settimana ha partecipato a Roma agli Stati Generali del Coni, che sono coincisi con i due giorni più difficili del calcio italiano: «Per il presidente Malagò c’è stato questo fuori programma – sorride – Come si dice, è stato tirato per la giacchetta per mettere ordine nel calcio italiano. E’ stata un’esperienza molto bella e arricchente, un bel confronto tra tutte le componenti del nostro mondo».

In un momento economicamente complicato per lo sport italiano: «Il Coni è più povero rispetto a prima – sottolinea Rosalba Fecchio – E nell’incontro tra Malagò e i presidenti dei comitati regionali è emerso chiaramente che bisogna ripartire dalla scuola. Penso anch’io si debba mettere le mani sulla scuola primaria, serve più professionalità. Il bambino che fa sport, a quell’età, oggi è troppo specializzato».

Paolo De Luca

Articolo di: mercoledì, 29 novembre 2017, 10:21 m.

Dal Territorio

Il Probiotical Rugby Novara torna a vincere!

Il Probiotical Rugby Novara torna a vincere!
NOVARA - Il Probiotical Rugby Novara torna a vincere! Si è conclusa 30 a 26 la partita che i novaresi hanno giocato ieri pomeriggio, domenica 21 gennaio, contro l’Amatori & Union Rugby Milano in casa, al campo Leone Laurenti. Queste le formazioni del match, arbitrato da Pierangelo Savio di Torino: per il Probiotical Cerutti Michele, Stofella Andrea, Battaglia Giulio, Vicari(...)

continua »

Altre notizie

Imbarcazione in difficoltà sul lago, Intervento dei Vigili del fuoco

Imbarcazione in difficoltà sul lago, Intervento dei Vigili del fuoco
ARONA, Una squadra dei Vigili del fuoco del distaccamento di Arona è intervenuta nel pomeriggio del 22 gennaio alle 16, per un intervento di soccorso sul lago Maggiore davanti alle coste aronesi, nel Novarese. Un’imbarcazione a vela, con a bordo una coppia di Milano, era rimasta incagliata, pericolosamente in bilico sulla chiglia, in mezzo ai canneti, a causa del vento che(...)

continua »

Altre notizie

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto
NOVARA - Martedì prossimo verrà inaugurata al Broletto “Sguardi sui ragazzi harraga”, la mostra fotografica che racconta del progetto pilota, partito da Palemo, di accoglienza e, soprattutto d‘inserimento lavorativo e abitativo, dei giovani migranti che giungono in Italia soli. L’iniziativa è curata dal Ciai (Centro Italiano aiuti(...)

continua »

Altre notizie

Raccolta differenziata: sono i Comuni novaresi i più virtuosi

Raccolta differenziata: sono i Comuni novaresi i più virtuosi
I Comuni della Provincia di Novara risultano  per l’anno 2016 i più virtuosi nella raccolta differenziata dei rifiuti, nel contenimento della quantità di rifiuti prodotti, nella quantità di rifiuti inviati in impianti per lo smaltimento finale. Risultano anche morigerati nella tassazione, a quanto si è potuto apprendere seguendo dalla cronaca(...)

continua »

Altre notizie

^ Top