Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 22 ottobre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 09 giugno 2017, 11:18 m.

Trapianti di cornea più facili anche grazie a un giovane ingegnere galliatese

Dario Bovio è il fondatore di “Biocubica srl”

GALLIATE - Un dispositivo semplice e innovativo in grado di facilitare l’esecuzione di interventi di trapianto corneale lamellare. E’ questo Eye Co-De, progetto vincitore del prestigioso Premio Cottino AppliCO Oftalmologia 2017, frutto del lavoro svolto dal team composto dagli ingegneri Dario Bovio, Caterina Salito e Barbara Uva della Biocubica srl (www.biocubica.it) e dai memedici Alfonso Iovieno e Luigi Fontana, della Unità Operativa Complessa di Oculistica presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia – Irccs.Biocubica - fondata nel 2013 dal giovane bioingegnere di Galliate Dario Bovio e specializzata nella ideazione, progettazione e sviluppo di prodotti tecnologici innovativi - ha ideato e ingegnerizzato il dispositivo Eye Co-De che facilita l’esecuzione di interventi di trapianto corneale lamellare. Tecnica di trapianto che comporta un miglioramento del risultato clinico nel medio/lungo periodo, con conseguente maggior beneficio per i pazienti e risparmi a livello sanitario, Eye Co-De riduce significativamente la dipendenza dell’esito dell'intervento dal solo fattore umano, permette di eseguire tale delicata e difficile tecnica in maggior sicurezza, consentendo ad un più ampio numero di chirurghi di poterla eseguire. Eye Co-De, il progetto vincitore, ha ricevuto 100 mila euro per la realizzazione di un dispositivo semplice e innovativo che facilita l’esecuzione di interventi di trapianto corneale lamellare. Eye Co-De riduce significativamente la dipendenza dell’esito dell'intervento dal solo fattore umano.La giuria di esperti multidisciplinari ha riconosciuto “il significativo beneficio clinico del progetto e l’impatto sulla salute visiva/oculare che da esso ne deriva; l’alto grado di fattibilità dell’idea sulla quale si basa lo strumento, come indicato dai risultati preliminari ottenuti dai test; e l’impegno del team nel portarne avanti il suo sviluppo”. La giuria ha ritenuto questo progetto dotato delle caratteristiche di affidabilità necessaria per permettere una corretta e più sicura operazione di cheratoplastica lamellare. Eye Co-De “propone un’evoluzione rispetto alle tecniche correntemente in uso”.Il percorso di trasformazione da ricerca a prodotto Eye CoDe prevede obiettivi misurabili in campo medico-scientifico ed il relativo piano di sviluppo per la sua realizzazione potrà essere finalizzato con il sostegno di Fondazione Cottino.l.c.

Articolo di: venerdì, 09 giugno 2017, 11:18 m.

Dal Territorio

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

La loro barca a vela si rovescia nel Cusio: in soccorso i Vigili del fuoco

La loro barca a vela si rovescia nel Cusio: in soccorso i Vigili del fuoco
ORTA, Il forte e improvviso vento, che nel pomeriggio di oggi, domenica 22 ottobre, ha interessato il Novarese, ha messo in difficoltà due giovani del Circolo Vela Orta. I due ragazzi sono rimasti in difficoltà in mezzo alle acque del Cusio, con la loro barca a vela che si è rovesciata. Tutto è successo intorno alle 17,30. Sul posto si è recata(...)

continua »

Altre notizie

Dagli studenti il “Canto alla città”

Dagli studenti il “Canto alla città”
NOVARA - Il Faraggiana si apre ancora alla città e la rende protagonista. Questa sera, giovedì 19 ottobre alle 21, e replica domani alla stessa ora, sale il sipario sulla nuova sagione del teatro novarese, la seconda dopo la rinascita: in cartellone “Canto alla città 2.0 – Il verbo degli uccelli”. Sul palco Lucilla Giagnoni, attrice e autrice del(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top