Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 17 ottobre 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 18 maggio 2017, 7:11 p.

Cyberbullismo: contrastarlo diventa legge

Ferrara: «Rilevante l’intesa raggiunta con le aziende proprietarie dei social»

Le “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione al contrasto del fenomeno del cyberbullismo” sono una legge dello Stato. Con 432 voti favorevoli e un solo astenuto (per prassi quello della presidenza) l’assemblea di Montecitorio ha, in quarta lettura, licenziato definitivamente nel primo pomeriggio di ieri il provvedimento, atteso ora unicamente alla promulgazione da parte del Quirinale. Un applauso da parte dell’intero emiciclo ha salutato l’esito dell’ultima votazione e il saluto che la presidente Laura Boldrini ha rivolto a Paolo Picchio, il padre di Carolina.
Nessuna sorpresa nel corso di questo ultimo passaggio alla Camera, dove tutti i gruppi parlamentari sono stati concordi nel non presentare ulteriori emendamenti, dando così il via libera al testo che il Senato, nel corso del suo secondo passaggio, aveva riportato nella sua formulazione originaria. L’unico “dissenso” si è registrato in occasione dell’approvazione dell’articolo 6, che prevede uno stanziamento di “ulteriori risorse pari a 203 mila euro (…) in favore di un fondo” per il contrasto della pedopornografia su internet (articolo 12 della legge 18 marzo 2008, n. 48, ndr), per il quale si sono registrate 172 astensioni, fra cui quelle del Movimento 5 Stelle. Una somma che diversi deputati hanno considerato troppo esigua.
Logica la soddisfazione da parte della senatrice novarese Elena Ferrara, prima firmataria della proposta di legge: «Siamo arrivati al dunque - ci ha detto - Il testo finalmente approvato ha mantenuto una coerenza con la filosofia iniziale dell’iniziativa, che tiene conto degli aspetti preventivi rispetto a quelli più sanzionatori introdotti nel primo passaggio alla Camera. E’ evidente che questo percorso un po’ “zigzagante” è stato creato dal fatto che ci fossero visioni diverse rispetto a questo tema».
«Innanzitutto - ha aggiunto - ha poi finito col prevalere la capacità di concentrarsi sulle figure dei minori e di fare leva su quelle che sono le misure per preservare alcune riservatezze. Quindi poter giocare su degli elementi importanti anche nei confronti delle piattaforme che gestiscono i vari social media. Una legge insomma, che dà ad ognuno dei soggetti delle responsabilità chiare».
Un provvedimento che pone il nostro Paese all’all’avanguardia a livello europeo sull’argomento: «E’ rilevante - ha rimarcato - l’intesa raggiunta con le aziende proprietarie dei social, che non hanno sede legale in Italia. Un punto di forza è quello di essere stati in grado di ottenere insieme a loro delle misure di prevenzione e di contrasto, evitando che un contenuto rimanga pubblicato sulla “rete”. Un punto importante, in relazione anche ai nuovi regolamenti sulla privacy e sulla tutela dei dati personali regolamentati a livello europeo e che impegnano tutti gli Stati membri ad adeguarsi entro il prossimo anno».
Un progetto, ha concluso Ferrara, per il quale si è impegnato un folto gruppo di colleghi del Pd e, in un’ultima battuta, la Commissione per i Diritti umani, «con la quale abbiamo condotto l’indagine conoscitiva che mi ha poi permesso di giungere a un testo che ha poi ottenuto la condivisione da parte di tutte le forze politiche».

Luca Mattioli

Articolo di: giovedì, 18 maggio 2017, 7:11 p.

Dal Territorio

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli

A Vicolungo l’addio a Gian Carlo Baragioli
VICOLUNGO, “Sono parole difficili da dire quelle di oggi. Una vita non può finire così. Se tutto finisse in questo modo, il vivere sarebbe una cosa da ridere. Ma le stesse letture, il nostro essere credenti, il nostro credere, ci fa subito capire che non è così e che anzi ci sarà una vita eterna. Rivedremo Gian Carlo e rivedremo tutti i nostri(...)

continua »

Altre notizie

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro

“Non giocarti la vita”, il contrasto alla ludopatia passa per il teatro
NOVARA - Si chiama “Non giocarti la vita” il progetto per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili in collaborazione con l’assessorato al Commercio. All’interno del progetto rientra lo spettacolo teatrale “Chiamano bingo!” dell’associazione culturale-teatrale(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top