Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 14 luglio 2017, 12:44 p.

Bancarella, da Novara a Pontremoli

Domenica la finale del Premio

Conto alla rovescia per il Premio Bancarella. Lo scorso marzo a Novara sono stati svelati i nomi dei sei autori che domenica 16 luglio si contenderanno a Pontremoli, in piazza della Repubblica, la vittoria finale. È stato un orgoglio ospitare la prima nazionale all’ombra della Cupola, nell’Auditorium “Fratelli Olivieri” del Conservatorio Cantelli dove i finalisti dell'edizione 2017, i vincitori del Premio Selezione Bancarella, sono stati presentati da testimonial novaresi. Eccoli i magnifici sei: un novarese, il libraio e scrittore Alessandro Barbaglia con il suo romanzo d’esordio, “La Locanda dell’Ultima Solitudine” edito da Mondadori; poi la cagliaritana Cristina Caboni, autrice de “Il giardino dei fiori segreti” (Garzanti); il padovano Matteo Strukul in gara con “I Medici” (Newton Compton); la veronese Valeria Benatti che ha scritto “Gocce di veleno” (Giunti); il napoletano Lorenzo Marone con “Magari domani resto” (Feltrinelli) e il sud coreano Jung Myung Lee (unico che non aveva potuto partecipare alla prima novarese) autore de “La guardia, il poeta e l’investigatore” (Sellerio). Con un evento di portata nazionale si rafforza così il legame tra Novara e il premio che ebbe nel libraio Ottavio Lazzarelli uno dei fondatori. Legame che negli anni passati si è tradotto in tante serate sotto le stelle con la presentazione degli scrittori in gara. «Un grande orgoglio per noi – aveva detto il sindaco Alessandro Canelli alla conferenza stampa a Palazzo Cabrino – perché inizia da Novara un percorso di avvicinamento alla finale del 16 luglio. La nostra città ospita il primo evento, seguito da altre tappe in Italia. Sarà l’occasione per conoscere i sei finalisti tra cui c’è il vincitore. Perché Novara? Perché la nostra città è un terreno fertile sotto il profilo delle politiche di promozione della lettura, grazie alla forte collaborazione tra vari soggetti e le iniziative delle librerie. Si sta costruendo una bella rete con rapporti solidi e consolidati. Sono le basi per un futuro sempre più proficuo». Il premio è organizzato dall’Unione Librai Pontremolesi e dall’Unione Librai delle Bancarelle insieme alla Fondazione “Città del Libro” nel cui cda c’è Roberto Lazzarelli, erede della storica famiglia di librai novaresi. 
Eleonora Groppetti

Articolo di: venerdì, 14 luglio 2017, 12:44 p.

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Lunga attesa al Dea, donna dà in escandescenze e blocca le ambulanze

 Lunga attesa al Dea, donna dà in escandescenze e blocca le ambulanze
NOVARA, Non accetta di aspettare il suo turno in Pronto soccorso e così inizia con il dare in escandescenze. È successo sabato sera al Dea di Novara.  Protagonista dell'episodio, che ha visto il necessario intervento della Polizia, Paola Labella, già al centro di analoghi episodi in centro città, tra cui l'aggressione in piazza Gramsci ad alcuni ragazzi(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top